Archivio

Pierluigi Giacomoni

Questa categoria contiene 12 articoli

Xenofobia e protezionismo: due facce della stessa medaglia

Poiché diversi studiosi hanno paragonato l’America all’impero romano, anche noi accettiamo il rischio dell’anacronismo e volgiamo lo sguardo al momento in cui i Cesari affrontarono e gestirono vaste ondate migratorie nei secoli in cui lo Stato attraversava una grave crisi demografica ed economica. Forse troveremo da quegli eventi così lontani utili indicazioni per l’oggi. CITTADINI … Continua a leggere

La nostra finestra sul mondo

Vi proponiamo un breve excursus relativo alla nostra rubrica CITTADINI DEL MONDO / MAPPAMONDO Corre l’anno 1994. Il 1° gennaio, in coincidenza con l’entrata in vigore del NAFTA, trattato sul libero commercio tra gli Stati dell’America settentrionale, Canada, Stati Uniti d’America e Messico, gli indios dello Stato del Chiapas (Messico meridionale) insorgono. Il loro obiettivo … Continua a leggere

Un mondo di “paradisi”

CITTADINI DEL MONDO Sono più di cento, sono ben organizzati, attirano fiumi di denaro. La fanno in barba alle leggi fiscali, perché sfruttano la grande mobilità dei capitali dei nostri giorni. E’ un flusso di denaro inarrestabile, continuo, che non conosce tregua, sette giorni su sette, 365 giorni l’anno. A parole, i governi cercano di … Continua a leggere

Il «cuore di tenebra» del mondo: gli «stati falliti»

CITTADINI DEL MONDO Che cos’è lo Stato? E’ un territorio, insegna la dottrina, delimitato da confini all’interno del quale valgono le stesse leggi. Lo Stato gode di sovranità propria e gli altri non possono ingerirsi nelle sue questioni interne. Lo Stato dispone dello strumento della forza sia all’interno che nelle relazioni internazionali: infatti mantiene una … Continua a leggere

Ucraina – Russia: una convivenza difficile

CITTADINI DEL MONDO Per i Russi, l’Ucraina, in particolare Kiev, è il luogo d’origine della moderna civiltà russa, a partire dall’anno 1000. Questo breve excursus ci fa capire perché dopo più di dieci secoli per il governo russo l’Ucraina è ancora e sempre un obiettivo da raggiungere… I Normanni, o Vichinghi, nel IX secolo d.C. … Continua a leggere

Europa tedesca o Germania in Europa

La Germania è, nel bene o nel male, da mesi al centro del dibattito politico in tutta Europa. Il 2013 ha vissuto nell’attesa del giorno delle elezioni del Bundestag, immaginando mutamenti epocali. Alcuni speravano addirittura di ricevere il via libera per spender di più e fare nuovi debiti. In realtà, il governo che è in … Continua a leggere

La “conurbazione universale”

Stiamo andando verso la “conurbazione universale”? Pare proprio di sì: gli esperti delle Nazioni Unite, difatti, ci avvertono che, proseguendo di questo passo, a fine secolo l’80% della popolazione della Terra vivrà in città. Sembra confermarsi la profezia di Giorgio Gaber che tanti anni fa così ironicamente verseggiava:  «Com’è bella la città! com’è grande la … Continua a leggere

La svolta autoritaria dell’Ungheria

Tra i Paesi dell’Europa orientale che nel 1989 riconquistarono la libertà, dopo lo sfaldamento del blocco sovietico, l’Ungheria è oggi quello che inquieta di più. Qui da un paio d’anni una coalizione di destra sta pericolosamente rimettendo in circolazione fantasmi che parevano sepolti per sempre: il nazionalismo viscerale, lo sciovinismo, l’antisemitismo… in una parola l’autoritarismo, … Continua a leggere

Strategie cercasi, urgente!

EDITORIALE DEL NUMERO 41 (INVERNO 2011) La vita di ogni città è scandita dall’esistenza e dalla progressiva attuazione di piani strategici coordinati, partecipati e di lunga durata, capaci di leggere il futuro e, allo stesso tempo, flessibili per consentire adeguamenti in corsa. Da molti anni, troppi, per tante ragioni, Bologna non è stata in grado … Continua a leggere

La “marea nera” sull’Europa

Da anni in Europa una nuova destra postmoderna, postindustriale, neoidentitaria sta guadagnando terreno di elezione in elezione. In Ungheria e in Olanda governa, altrove prende voti e cavalca le angosce e le frustrazioni della gente, spesso raggiungendo percentuali da primato nei quartieri operai o nei sobborghi dormitorio dove dilaga la disoccupazione. Quale male oscuro s’aggira nelle società … Continua a leggere

Gheddafi: l’uomo bersaglio

Sono passati solo due anni dai faraonici festeggiamenti con cui il Colonnello Gheddafi intendeva celebrare se stesso e la propria “rivoluzione”. Allora sembrava che il leader libico fosse stato riammesso nella comunità internazionale, dopo esserne stato bandito per anni, a causa del sostegno dato al terrorismo. L’Italia, poi, ne aveva fatto un partner essenziale sia … Continua a leggere

Colombia: una democrazia insanguinata

Apparentemente, la Colombia è una democrazia organizzata ed efficiente: ogni quattro anni si vota, ci sono partiti, giornali, radio e tv, sindacati, libere associazioni. In realtà, fin dalla sua nascita, il sangue non ha smesso di scorrere per una serie di guerre sovrapposte e annodate l’una all’altra in un groviglio inestricabile. BOLIVAR Nel dicembre 1829, Simón … Continua a leggere

AUTORI