Articolo
Antonio Ghibellini

Il servizio civile: stato e prospettive

Le domande di Servizio Civile sono molte, purtroppo pochi i posti: è un interesse collettivo ampliarli e permettere a chi lo desidera di impegnarsi. Per il terremoto in regione Emilia Romagna – Progetto Sisma – vi sono state ben 8 domande per ogni posto di Servizio Civile operante. Dal servizio che costruiremo si vedrà che tipo di Italia vogliamo costruire nel futuro.

Antonio GhibelliniRecentemente la Regione Emilia- Romagna ha svolto un convegno sulla situazione del Servizio Civile regionale per stranieri (esperienza pilota che ha coinvolto circa 100 giovani all’anno) e del Servizio Civile nazionale, chiamando a parlare il Sottosegretario Luigi Bobba, già segretario nazionale delle ACLI.

Il Servizio Civile è nato in Italia nel 1972 come servizio civile alternativo a quello militare per chi si dichiarava obiettore di coscienza all’uso delle armi, con la sospensione della leva militare obbligatoria. Si noti bene: sospensione, perché in qualsiasi momento il Governo potrebbe ripristinare l’obbligo di leva armata e quindi la possibilità di obiezione all’uso delle armi.

Il SC è diventato un servizio alla comunità ed una esperienza formativa con una retribuzione che, in caso di grande disoccupazione giovanile come oggi, potrebbe interessare anche molti.

Il SC sta vivendo un rilancio, dopo molti anni in cui i Governi avevano tolto sistematicamente le risorse necessarie per farlo funzionare in modo significativo. Il Governo attuale si pone l’obiettivo di avere nel 2017 100.000 giovani impegnati nel Servizio Civile, un/a giovane su cinque. Il tema è collocato all’art.5 della riforma del Terzo Settore, che in questi giorni si discute in Parlamento e la cui relatrice è la bolognese Donata Lenzi.

A breve verranno messi a bando tutti i posti disponibili con le risorse del fondo nazionale SC e con le risorse di ‘Garanzia giovani’, per riuscire ad avere nel 2015 37.000/40.000 giovani in servizio civile. 7.300 giovani verranno presi in SC con i bandi del mese di ottobre. Sempre in ottobre il Governo intende fare una valutazione a livello nazionale di come funziona oggi il SC e di quale effetto formativo abbia sui giovani. Stiamo già sperimentando durate più brevi del SC e lavorando per una proiezione europea del SC con un progetto pilota che coinvolgerà per ora 200 giovani europei.

Si punta a fare una riforma del SC in modo condiviso con gli enti che accolgono i ragazzi. Pensiamo ad una certificazione finale delle competenze acquisite e di crediti formativi, cioè riconoscere formalmente quello che i ragazzi hanno imparato facendo il SC. Finora il SC lo fanno solo i giovani più scolarizzati, bisogna cercare di coinvolgere anche gli strati giovanili disagiati. Poi a breve andrà chiarito se si può aprire il SC anche ai giovani stranieri interessati. Il Governo ha chiesto il parere su questo del Consiglio di Stato, c’è una causa in corso in Cassazione su questo tema, e ha dato orientamenti in tal senso anche la Corte di Giustizia europea.

Ogni anno circa 500 giovani svolgono il SC fuori d’Italia, e collegato a ciò vi è il tema dei Corpi Civili di Pace, e sulla esperienza da loro svolta ad esempio in Albania, su cui vi è in atto una ricerca dell’Università. In Emilia- Romagna dal 2003 vi è una utile legge che ha sperimentato il servizio civile per 100 giovani stranieri, un’esperienza simbolica ma estremamente positiva, che dal 2005 ha concretamente permesso a quasi 1000 stranieri, tutti fortemente motivati, di servire il nostro paese in progetti innovativi.

Antonio Ghibellini

Annunci

Discussione

Trackback/Pingback

  1. Pingback: Il sommario dell’ultimo numero | Il Mosaico - 08/12/2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

AUTORI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: