Articolo
Redazione

Una ventata di aria nuova in Consiglio?

Il Movimento 5 Stelle e, in particolare, il suo candidato a Sindaco è stato certamente uno dei veri vincitori delle elezioni bolognesi. Nove domande “impertinenti” a Max Bugani

Anzitutto complimenti per il risultato. E’ vero che per la campagna elettorale avete speso in tutto 4 mila euro?
Verissimo

La vostra presenza in Consiglio Comunale (3) e nei Quartieri (15) si è notevolmente rafforzata. Come pensate di organizzarvi e coordinarvi, naturalmente anche con Giovanni Favia in Consiglio regionale?
Nei quartieri non siamo in 15 ma siamo addirittura in 16. Coordinarci è stato da subito il mio primo pensiero. Per il momento ogni settimana faremo una riunione degli eletti in cui ci scambieremo esperienze, suggerimenti e segnalazioni.
Poi, più avanti, dopo aver fatto un bel rodaggio allenteremo il numero delle riunioni ma rimarremo in costante contatto Skype.

Quali saranno i temi sui quali vi preme che venga portata la discussione e i motivi delle vostre scelte?
Tagli agli sprechi e trasparenza prima di tutto. Siamo in emergenza e c’è bisogno di una svolta da questo punto di vista sia per risanare il bilancio, sia per tentare di riacquistare quella credibilità che i partiti hanno perso in questi anni.

Metterete in rete le registrazioni e i documenti più importanti legati alla sedute del Consiglio Comunale e delle Commissioni in modo da consentire ai cittadini un rapido ed efficace accesso alle informazioni ed alla valutazione delle attività di tutti e ciascuno?
Ovviamente

Hai dichiarato in campagna elettorale “La sinistra deve farsi un esame di coscienza: se hanno perso voti non è per l’avvento dei grillini o perchè la Lega gli sta rubando voti, è perchè loro li stanno perdendo”. Secondo te perchè la sinistra perde voti? Che cosa dovrebbe fare per riguadagnarli?
Dovrebbe trovare una linea chiara e uscire dalle ambiguità. Non puoi dire tutto e il contrario di tutto e sperare che le persone continuino a crederti. Le persone più attente non si fidano e non ci cascano più. Non puoi dire per dei mesi che sei per il nucleare pulito di quarta generazione (nessuno sa cosa sia) e poi a 20 giorni dalle elezioni fingi di essere un duro oppositore del nucleare.

Voi prendete gran parte dei voti in uscita dalla sinistra, ma sostenete che i politici (tranne voi) siano tutti uguali. Questo però è un argomento tipico di chi poi vota a destra. Aggiungiamo che non si ricorda alcun danno elettorale da voi inflitto al centrodestra. Ha dunque ragione chi dice che nella “brutale pratica” siete funzionali alla permanenza del berlusconismo?
Su questo non sono d’accordo. Prima di tutto, io personalmente non ho mai detto che sono tutti uguali. Io ho sempre detto, anche in campagna elettorale, che destra e sinistra hanno fatto dei gravissimi errori diversi e che alcuni fra i più gravi (inceneritori, TAV, Civis) li hanno fatti insieme. Sul fatto che non facciamo danni alla destra invece sottolineo che il candidato del terzo polo Aldrovandi ha investito qualche centinaia di migliaia di euro per la sua campagna elettorale, ma poi ha preso la metà dei nostri voti. Tantissime persone che votavano Lega o PDL negli anni passati hanno votato per noi. A me piace dire che le persone più attente e informate, di destra e di sinistra, si stanno avvicinando al M5S.

Al di là delle battaglie ambientali, il vostro movimento si è finora distinto per battaglie sui costi della politica, sulla legalità e sulla trasparenza, che sono temi trasversali. Non è chiaro come la pensiate su molti altri punti se non, spesso, per negare la validità delle proposte altrui. Non trovi che questo sia un limite?
Voglio sfatare anche questo luogo comune. Io sono andato a mille confronti e mille dibattiti con gli altri candidati sindaco durante la campagna elettorale, ho saltato solo un incontro indetto da Legacoop perché avevo già preso un altro impegno. Ci dicono che non parliamo di cultura, ma io ero all’incontro al teatro comunale in cui si parlava di cultura. A quel incontro non presenziò Merola, Aldrovandi andò via prima di intervenire, Bernardini disse una battuta sulle urine sui muri di piazza Verdi e poi andò via. Sono andato alla CNA per parlare di lavoro e di soluzioni per uscire dalla crisi e sono stato uno dei pochi che ha strappato applausi da gente in sala che non avevo mai visto prima. Non ho avuto alcun problema a parlare di immigrazione e non mi ha messo in difficoltà nessuno nemmeno con le domande sulla laicità, parità di diritti, ecc. Insomma la realtà è che noi stiamo crescendo e che su ogni tema sappiamo ascoltare le persone e le esigenze dei cittadini, ma fa comodo ai nostri avversari dire che parliamo solo di raccolta dei rifiuti porta a porta.

Quale è la vostra idea della democrazia e come è compatibile col fatto di militare in un movimento che ha un capo assoluto, un leader carismatico come Beppe Grillo? Non si ricorda alcuna scelta fatta da voi in disaccordo con Grillo: è un caso?
Anche questo punto ci tengo a contraddirlo. Noi non abbiamo nessun leader e tantomeno nessun capo. Noi abbiamo in Beppe Grillo un amico e una grande finestra aperta nel mondo dell’informazione, mondo nel quale non saremmo mai potuti entrare senza Beppe Grillo. Lui ha aperto una via nuova, ha consentito a cittadini liberi di avere voce. Per il resto io ci tengo a dirvi quella che è stata la mia esperienza personale: io ho fatto una campagna elettorale come candidato sindaco di una città importante come Bologna e Beppe non ha mai influito su nulla di ciò che ho fatto o detto. Lui non sa quale programma abbiamo fatto insieme ai bolognesi, non conosceva i nostri candidati, non ha messo becco in nessuna delle nostre scelte. Come si fa a chiamare “capo” una persona che si comporta in questo modo? In tutte le telefonate che mi ha fatto in questi mesi mi ha sempre e solo dato conforto e un grande calore umano.

La vostra dichiarata ambizione è partecipare alle prossime politiche, che verosimilmente potrebbero rappresentare l’occasione per chiudere col ventennio berlusconiano. Grillo ha pesantemente “bollato” anche la vittoria di Pisapia a Milano. Tu che cosa e pensi? Non percepisci come un rischio l’ulteriore frammentazione delle forze ostili alla destra indotta dall’aprioristico rifiuto di un qualsiasi confronto e/o eventuale convergenza?
Noi capiamo la gioia di tutte quelle persone in piazza Duomo di qualche giorno fa e la rispettiamo perché, nonostante tutto, forse, sia il voto di Napoli che il voto di Milano sono da considerare come un inizio di rivolta e come un avvertimento per il PD e il centrosinistra. Ovvero è come se il paese avesse detto loro: “Avete un’ultima occasione, questa è l’ultima chiamata, e ve la regaliamo perché davvero non ne possiamo più del Sultano B. e della sua ghenga, ma non sognatevi di considerare questa votazione come una delega in bianco. Ora siamo in tanti cittadini attivi, attenti e con una grande voglia di riscatto. Vi controlleremo e vi seguiremo passo passo, perché se fallirete anche questa volta, se dimostrerete ancora una volta che Grillo ha ragione e che con il suo post su “Pisapippa” ha semplicemente anticipato di qualche mese le delusioni che ci regalerete, allora anche per voi, come per questo centrodestra arrogante e deprimente, suoneranno presto le campane a lutto.” Insomma io non credo che debba essere il M5S a cambiare strada, bensì è il PD che deve iniziare a dare segnali forti di discontinuità col passato. Ma lo sanno benissimo anche loro e qualcosina stanno già provando a farlo. Inoltre io ho sempre detto che personalmente voglio dialogare e confrontarmi con tutti, ma oggi esigo rispetto, quel rispetto che spesso esponenti del PD locale hanno fatto mancare nei miei confronti. Se qualcuno vuole confrontarsi con me potrebbe magari smettere di dire che siamo populisti e qualunquisti.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

AUTORI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: